AUTOCONOSCENZA

Il principio della saggezza si basa nella conoscenza psicologica di se stessi.

POTERE DEL SESSO

Apprendere a maneggiare quest'energia meravigliosa del sesso significa farsi padroni della creazione.

LA LEGGE DEL KARMA

La legge del karma è quella legge che adatta saggiamente ed intelligentemente l'effetto e la sua causa.Tutto il bene ed il male che abbiamo fatto in una vita, ci porterà conseguenze buone o cattive per questa o la prossime esistenze.

QUALITA

L'umanità si trova in momenti difficili. L'uomo s'è dimenticato di “se stesso”, commette errori e le sue conseguenze sono il dolore e le malattie.

ESOTERISMO

San Paolo ci dice nella Bibbia: "possedete un corpo carnale e un corpo spirituale". Disponiamo di pratiche affinché voi stessi vediate uscire la vostra anima dal corpo...

Auto-conoscenza
chi sono

.: La chiave di S.O.L.

Questa sezione è basata sul libro “Psicologia Rivoluzionaria” di Samael Aun Weor.

Il principio della saggezza si basa sulla conoscenza psicologica di se stessi, per conoscere i difetti e eliminarli, affinché la luce della coscienza e dello spirito ci illumini.

 
Il difetto – o ego – è come una persona che pensa, sente e agisce. Lo fa attraverso di noi e perciò va eliminato. Ma prima di eliminarlo va individuato e conosciuto.
 
A questo scopo è necessario dividere l'attenzione in tre parti attraverso la chiave di S.O.L.: 
1. attenzione al Soggetto
2. attenzione all’Oggetto
3. attenzione al Luogo

 

.: Soggetto.

 

In questa fase della chiave di S.O.L. ognuno di noi domanda a se stesso in ogniistante “Che cosa sto pensando?”, “Che cosa sto sentendo?”. Nel momento stesso in cui ti fai la domanda, osserva cosa stai pensando e sentendo.
 
Se stai pensando qualcosa, un ricordo, un futuro incerto, una discussione o qualunche altra cosa, ricorda e sappi che dietro ogni pensiero si manifesta un difetto che addormenta la coscienza. 
In quello stesso momento fai la seguente richiesta per eliminare il difetto: “Elimino questo mio pensiero”. Nel caso in cui il pensiero sia molto radicato, ricorri all’aiuto dello spirito con la seguente richiesta: “Madre Divina interiore, elimina questo mio pensiero”.

Per esempio: in un momento di rabbia con una persona, pensi che sia pazza, che sia spregevole, terribile, e tanto altro…. È per questo che bisogna eliminare uno ad uno tutti i pensieri negativi che hai su questa persona. Eliminandoli eviterai stress, discussioni, inimicizie, liti domestiche, e così via.

 

Se, invece, per esempio ti trovassi a confrontarti con un difetto di lussuria, è necessario scomporre il pensiero in più parti. Ti piace la voce di una donna? Ti piacciono  le gambe? Ti piacciono gli occhi di un uomo? Il vestito che indossa? Sollecita dentro di te l'eliminazione di ognuno di questi pensieri. 
 
Per la voce, chiedi: "Elimino questo mio pensiero a cui piace la voce di questa persona" (in casi più radicati “Madre divina, elimina questo pensiero a cui piace la voce di questa persona”). E così via per ogni altro pensiero.

 

Se, ancora, ti credi importante, saggio, interessante, e così via, sei alle prese con un difetto di orgoglio. Devi pertanto eliminarlo in tutte le sue parti.
 
Ogni volta che elimini un difetto si libera una parte della coscienza, e - inizialmente in maniera impercettibile - il Tuo Maestro Interno ti sta consegnando la saggezza del divino. Per questo non devi mai dimenticarti di te stesso, usando in ogni momento la chiave di S.O.L.
 
Disseziona il difetto, dividilo in tutte le sue parti per poterlo eliminare una parte per volta.
 
Passiamo alla comprensione. 
La comprensione è una facoltà della coscienza che si sviluppa simultaneamente con l'osservazione e l'eliminazione dei difetti. 
 
Supponiamo che tu vada a chiedere del denaro in prestito ad un amico. Un tuo ego penserà e “ti programmerà” un pensiero, un’aspettativa che ti farà credere che otterrai il prestito. Ma supponiamo che il tuo amico non ti presterà il denaro. Tu ti infuri e per questo motivo rompi la vostra amicizia.
 
Intanto possiamo subito dire che avere aspettative nella vita non rispetta il libero arbitrio degli altri, e questo è già un difetto da eliminarsi.
 
Con l’aiuto dell’auto-osservazione - se ne abbiamo la volontà - ci possiamo domandare sempre "Che cosa sto sentendo? Che cosa sto pensando?", e comprendere profondamente quali sono i nostri desideri nascosti. Questa comprensione ci permetterà di eliminare ogni difetto. L’auto-osservazione è una qualità dell'anima che si trova atrofizzata in tutti gli esseri umani, ed è una facoltà si sviluppa progressivamente.

Quando la persona si chiede "che sto sentendo, che sto pensando?" ed osserva che sta pensando, agisce la coscienza. Al ripetere questa chiave permanentemente si va sviluppando il poderoso senso della INTUIZIONE.

 
Quando ci chiediamo "Che cosa sto sentendo? Che cosa sto pensando?" e ci auto-osserviamo, agisce la coscienza. Questa chiave ripetuta continuamente sviluppa il potente senso dell’intuizione.
 
Bisogna tenere in considerazione che ci sono dei difetti (degli ego) molto forti che ci portiamo dalle vite passate, e per questo dobbiamo osservare questi difetti fin nel più piccolo dettaglio. In questi casi possiamo chiedere alla nostra Madre Divina interna di eliminare ogni traccia di questi difetti, e insistere fino all'eliminazione completa.
 
Se non eliminiamo ogni ego definitivamente, questo rimarrà in vita fino a quando non scoveremo l'aspetto nascosto per eliminarlo.
 
Alcuni esempi:
 
● se stiamo mangiando e pensando al lavoro, stiamo sognando
● se stiamo guidando e stiamo pensando al nostro partner, non siamo svegli; stiamo sognando
● se stiamo lavorando e ricordiamo nostra madre, la suocera, il vicino, l'amico, il nemico, etc., stiamo sognando.
 
È urgente risvegliare la coscienza e eliminare ogni difetto. 
San Paolo dice: «Risvegliati, o tu che dormi, risorgi dai morti, e Cristo risplenderà su di te». Efesini 5:14
 

.: Oggetto.


Che sto facendoDopo la domanda: "Che cosa sto sentendo? Che cosa sto pensando?", domandati: "Che cosa sto facendo?" e fai coscienza di quello che stai facendo: se stai mangiando, mangia; se stai vestendoti, vestiti; se stai guidando, guida.

Mentre fai qualcosa, fallo e non pensare ad altro. Fai semplicemente quello che stai facendo.
 
Quest’azione senza distrazioni, senza fantasie, risveglia in te l’intuizione, e l’azione intuitiva ti condurrà verso il risveglio della coscienza.

 


 

.: Luogo.

Le ultime domande che dovete farvi sono: "Dove sono?" "Cosa c'è di insolito in questo luogo?". Facendoti queste domande osserva attentamente il luogo in cui ti trovi, le persone, gli oggetti, ecc. Se vedi qualcosa di strano o inusuale, domandati se ti trovi nella terza o nella quarta dimensione: tirati un dito o fai un salto con l'intenzione di volare.

dove sono

Questa pratica è seriamente molto utile poiché la ripeterai quando dormi e sei con l'anima nella quarta dimensione. Poiché lì non esiste la gravità ma la levitazione, quando salti fluttuerai, diventando cosciente di trovarti nella quarta dimensione. Iniziate a praticare questi semplici accorgimenti, poiché dormire e essere svegli sembrano realmente la stessa cosa. Scoprite dove siete, seguendo questi semplici accorgimenti.

La stessa cosa accade quando ti tiri un dito, perché il corpo astrale è elastico. Se il dito si allunga diventerai cosciente di essere nel piano astrale e ti risveglierai. In ogni auto-osservazione con la chiave di S.O.L. c'è scoperta, ovvero coscienza risvegliata che ci permette di scoprire i nostri difetti auto-rivelandocene la comprensione. La comprensione è un passo necessario per eliminarli.

 

E’ importante non dimenticarsi mai di se stessi e mettere in pratica la chiave di S.O.L. in ogni istante. Nella comprensione del difetto bisogna fare molta attenzione al Pilato Interiore, quella parte di noi che sempre si lava le mani, non si riconosce mai colpevole, dando la colpa alle altre persone e non prendendosi mai la propria responsabilità.

Per esempio, se senti ira, sei tu il colpevole e la causa del tuo difetto. Se non ti riconosci colpevole, la tua sofferenza continuerà finché il difetto non sarà eliminato. Sappiamo che attraverso il pensiero si realizza il processo del sonno della nostra coscienza, del sogno. Pensare è sognare, e l'essere umano vive tutto il giorno sognando e - pertanto - si dimentica di se stesso.

Quindi ripetiamo: praticando la chiave di S.O.L. la coscienza illumina il subcosciente e ci permette di conoscere ogni difetto da eliminare.

 

.: La trasformazione delle impressioni.

Le impressioni sono tutte le percezioni di oggetti, suoni, odori, sapori, ecc. che penetrano attraverso i nostri sensi fisici.
 
Sarebbe meraviglioso se ogni essere umano apprendesse come trasformare le impressioni che penetrano in noi attraverso i sensi fisici, poiché non trasformarle fa sì che queste passino alla nostra personalità attivando il processo di rivivere i vecchi difetti (o di crearne nuovi).
 
Quando scegliamo di mettere in atto il processo della trasformazione delle impressioni, è la nostra coscienza che si occupa della trasformazione. Durante questo processo non si generano reazioni né meccaniche né negative, ma si genera amore, comprensione e perdono. Questa energia viene così assorbita dalla stessa coscienza che se ne alimenta per lo sviluppo spirituale. 
 
Se le impressioni di ira, lussuria, orgoglio (e di qualsiasi altro difetto o ego) non vengono trasformate, passano nella personalità che ci porta a rivivere scene simili accadute in altri spazi o tempi.
Il difetto - che rivive la scena come un attore su un palcoscenico - ci addormenta (la coscienza) e ci fa dimenticare di noi stessi. Ci immerge così in un mondo di sogni, fantasie, illusioni, desideri, rancori, odi, e così via.
 
Le impressioni si possono trasformare con la chiave di S.O.L., osservando in ogni istante cosa stiamo pensando e sentendo internamente.
 
Appena scopriamo un pensiero, possiamo procedere alla sua comprensione, alla sua dissezione e poi alla sua eliminazione (per un’eliminazione avanzata dei pensieri più radicati, possiamo ricorrere all’aiuto spirituale, richiamando la nostra Madre Divina interiore).
 
Questa pratica realizzata con costanza, quotidianamente, sempre, ci porterà ad un punto in cui la nostra coscienza trasformerà in modo naturale tutte le impressioni del mondo esteriore. La nostra esistenza ne beneficerà enormemente in quanto non avendo più (le impressioni) potere su di noi e non attivando più reazioni meccaniche (con tutte le dolorose conseguenze) avremo molta più energia a disposizione,per risvegliarci, per agire in modo retto (e non più reagire meccanicamente) agli eventi della vita.
 
Per esempio: se ti senti adirato (quindi arriva un'impressione di ira) per qualcosa che non ti è piaciuto del tuo partner e reagisci con orgoglio, con violenza verbale o fisica, e - all’estremo - vi separate, darai un pessimo esempio ai tuoi figli o a chi ti sta intorno.
Ma se trasformi questa impressione di ira, le tue azioni e il risultato saranno completamente diverse.
 
Se l'intera umanità apprendesse e praticasse la trasformazione delle impressioni per eliminare i difetti, non ci sarebbe violenza, non ci sarebbero morti, non ci sarebbero carceri; ci sarebbe comprensione cooperazione e amore.
 
Questa pratica di psicologia rivoluzionaria è meravigliosa e da’ risultati magnifici.
 
Se la pratichi comincerai a cambiare e sarai una persona più gradevole, ti ammalerai meno e vivrai meglio. Questa pratica (e molte altre) sono state comprovate da migliaia di studenti sinceri della scienza gnostica. 
 
La chiave di S.O.L.
1) SOGGETTO: che costa sto pensando? che cosa sto sentendo?
2) OGGETTO: che costa sto facendo?
3) LUOGO: dove sono? cosa c’è di insolito in questo luogo?

 

Sei il visitatore No. contador de visitas

Dillo ad un amico